Sale Rosa dell’Himalaya – Tutti i benefici

Sale rosa dell’Himalaya – Sicuramente avrai sentito parlare molte volte di questo straordinario sale cristallino negli ultimi anni e ti starai chiedendo: è davvero meglio del sale marino o del sale da cucina?

Iniziamo col dire che il sale rosa dell’Himalaya è ricco di alcuni vantaggi piuttosto sorprendenti, che lo rendono una meravigliosa alternativa al sale da cucina ed un elemento che dovreste aggiungere nella vostra dispensa… sempre ammesso che non ne facciate già uso.

Prima di tutto, bisogna comprendere di fronte a cosa ci troviamo quando parliamo di sale rosa dell’Himalaya e, cioè, un elemento vecchio di circa 200 milioni di anni. Interi letti di sale marino cristallizzati, ricoperti di lava ed avvolti da ghiaccio e neve per millenni e quindi conservati in un ambiente incontaminato, protetti da ogni tipo di inquinamento. La catena montuosa dell’Himalaya si espande per tutta l’Asia, passando attraverso la Cina, il Nepal, Myanmar, Pakistan, Bhutan, Afghanistan ed India. Sono in molti a ritenere che questo sale rosa sia il sale più puro che possa essere trovato sul Pianeta.

Il sale rosa dell’Himalaya, a quanto pare, sembra contenere le stesse 84 tracce di minerali e di elementi che si trovano nel corpo umano, tra cui cloruro di sodio, solfato, calcio, potassio e magnesio. Quando si consuma questo sale, in realtà, si sta assumendo meno sodio di quanto se ne riceva utilizzando il sale da tavola perché è meno raffinato ed i pezzi sono più grandi. Un’altra cosa grandiosa di questo sale è che, a causa della sua struttura cellulare unica, immagazzina energia vibrazionale. I minerali contenuto in questo sale in forma colloidale, sono sufficientemente piccoli per le nostre cellule da essere assorbiti con estrema facilità.
Sale Rosa Himalaya

Sale rosa dell’Himalaya – Alcuni dei benefici di cui si può godere dal consumo di questo elemento al posto del normale sale da tavola.

Da supporto ai polmoni aiutando la funzione respiratoria;
Equilibra il pH all’interno delle cellule;
Riduce i segni dell’invecchiamento;
Migliora la qualità del sonno;
Aumenta la libido;
Aumenta l’idratazione prevenendo i crampi muscolari;
Rafforzare le ossa;
Abbassa la pressione sanguigna migliorando la circolazione;
Disintossica l’organismo dai metalli pesanti.

Oltre ai livelli di inquinamento sempre maggiori che interessano gli oceani, abbassando la qualità del sale marino, bisogna sapere che il sale da tavola commerciale è completamente spogliato della maggior parte dei suoi minerali ad eccezione di sodio e cloruro. Viene poi sbiancato, ripulito con prodotti chimici e, successivamente, riscaldato a temperature estremamente elevate. Lo iodio che viene aggiunto al sale da tavola è quasi sempre sintetico, il che non facilita una corretta assunzione da parte dell’organismo che lo consuma. Se trattato con antiagglomeranti, che impediscono ai granelli di aggregarsi tra loro quando si trovano nei contenitori, il sale diventa difficilmente assorbibile dal corpo, accumulandosi e depositandosi negli organi fino ad arrivare a causare, nei casi peggiori, gravi problemi di salute. Alcuni studi hanno dimostrato che per ogni grammo di sale consumato che l’individuo non riesce a metabolizzare, il corpo userà 20 volte la quantità di acqua cellulare per neutralizzare la quantità di cloruro di sodio presente in questo sale trattato chimicamente.
Fonte: www.collective-evolution.com

Traduzione e sintesi di Nico ForconiControInformo.info

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.