Pentagono – Fondi neri per finanziare operazioni militari

Pentagono – Il The Washington Post accusa il quartier generale del Dipartimento della Difesa USA di utilizzare fondi neri per finanziare operazioni militari.

In un articolo del 20 Maggio, il The Washington Post accusa il Pentagono di aver gonfiato i prezzi del carburante destinato alle forze armate, arrivando a creare, nell’arco di 7 anni, un fondo nero, denominato “bishop’s fund”, di 6 miliardi di dollari utilizzato per sostenere programmi militari ed operazioni militari in Siria e Afghanistan, evitando così, in modo efficace, qualsiasi obbligo di sorveglianza di bilancio, necessario per ottenere ulteriori finanziamenti da parte del Congresso.

Le spese più significative sottratte dal fondo scovato dal The Washington Post sono da attribuire al mantenimento della brutale occupazione, nel 2016, da parte degli Stati Uniti d’America nei confronti dell’Afghanistan ed all’addestramento delle milizie islamiche in Siria nel 2015, con l’obiettivo di rovesciare il governo di Bashar al-Assad.Pentagono

L’utilizzo da parte del Pentagono del “bishop’s fund” per sostenere i costi delle operazioni militari è solo l’ultimo esempio della crescente capacità dell’apparato militare e di intelligence di agire al di fuori di qualsiasi controllo. Centinaia di milioni di dollari sono spesi dal Pentagono, ogni anno, per condurre spietate guerre anti-insurrezione contro la resistenza delle popolazioni locali alla presenza degli Stati Uniti; ingenti somme di denaro utilizzate dal Dipartimento della Difesa USA per stabilire e sostenere regimi fantoccio corrotti e per finanziare programmi di formazione al fine di creare e formare milizie in grado di combattere e spodestare tiranni e gruppi terroristici creati in precedenza grazie agli stessi fondi.

Ancora una volta, come già accaduto in precedenza, ci troveremo a leggere che Hillary Clinton ha assunto terroristi di Al-Qaeda per proteggere diplomatici USA o che i tunnel bombardati dagli USA in Afghanistan contengano “bunker e campi base, scavati in profondità nelle pareti rocciose” facenti “parte di un complesso finanziato dalla CIA e costruito per i mujaheddin”.

Nico ForconiControInformo.info

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.