Le Iene ammettono: falsi i video dei suicidi per Blue Whale

Le Iene – L’inviato Matteo Viviani ha parlato di “leggerezza nel non aver fatto tutte le verifiche”: alcuni erano girati in Cina, altri erano vecchi, altri erano delle messe in scena

Nell’intervista rilasciata a Selvaggia Lucarelli su Il Fatto Quotidiano, l’inviato de Le Iene Matteo Viviani ha ammesso di aver inserito dei video falsi nel servizio in cui ha raccontato il fenomeno Blue Whale, il misterioso “gioco” di internet, nato in Russia, che spingerebbe gli adolescenti al suicidio, dopo aver superato una serie di prove, dall’automutilazione alla privazione del sonno.
L’ammissione di Viviani è arrivata dopo il video postato nella pagina Facebook Alici come prima che, in pochi minuti, smonta il servizio de Le Iene dimostrando in maniera inequivocabile di come si basi su filmati che non hanno nulla a che fare col Blue Whale e, in almeno un caso, palesemente falsi.

L’inviato de Le Iene ha ammesso “la leggerezza nel non aver fatto tutte le verifiche” sui video inviategli da una tv russa su una chiavetta USB, aggiungendo però che il suo pezzo ha aiutato a sensibilizzare l’opinione pubblica su tale fenomeno, anche se Selvaggia Lucarelli, dati alla mano, ha mostrato come lo stesso sembra essere esploso solamente dopo la messa in onda del servizio.Le Iene

Sebbene, ad oggi, non siano stati provati collegamenti diretti tra nessun suicidio e il Blue Whale, nel servizio de Le Iene si citava anche un adolescente di Livorno che, secondo Viviani, si è suicidato, lo scorso Marzo, proprio a causa del macabro “gioco”.

Indipendentemente dal fatto che si tratti di una leggenda metropolitana o meno, ancora una volta si fa presente di come Le Iene realizzino tutti i loro servizi nello stesso identico modo, utilizzando una narrazione sensazionalistica anche di fronte ad eventi in cui sarebbe meglio evitare ciò, come nel caso di suicidi tra gli adolescenti.

Nico ForconiControInformo.info

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.