11 Settembre 2001 – La polverizzazione del Wtc

Nelle innumerevoli ricerche condotte dal “9/11 Truth Movement” e dai debunker sugli accadimenti dell’11 Settembre 2001, alcuni elementi significativi sono stati, da sempre, trascurati: la polverizzazione delle Torri Gemelle è uno di essi

Disponiamo di poche immagini relative alla facciata sud del Wtc7, quella rivolta verso le Torri Gemelle e una di esse è talmente particolare da aver attirato l’attenzione degli esponenti del “9/11 Truth Movement” e dei debunker.

La foto in questione, tratta dal sito 911 Research e disponibile soltanto in bassa risoluzione, è stata al centro di una diatriba riguardante le mancanti, al momento dello scatto, lesioni al Wtc7 che, secondo la versione ufficiale, avrebbero portato al seguente crollo dell’edificio.

Come molto spesso succede quando ci si trova nel campo della disinformazione e della falsa controinformazione, anche in questo caso si cerca di attirare l’attenzione verso un binario morto, non evidenziando un elemento che dovrebbe risultare lampante agli occhi dell’osservatore: la polverizzazione di almeno una delle Torri del Wtc.PolverizzazioneSull’articolo WTC7, il mistero della foto senza danni, realizzato da Paolo Attivissimo, noto al pubblico per le sue pubblicazioni e i suoi blog, nei quali svolge opera di debunking delle più diffuse teorie della cospirazione, possiamo leggere:

Le ombre prodotte sul Wtc4 e sul Wtc5 dai grattacieli all’1 di Liberty Plaza e al 22 di Cortland Street, lasciano illuminata una fetta significativa della piazza antistante il Wtc4 soltanto prima del crollo della Torre Nord. Le dimensioni della fetta illuminata sono massime intorno alle 10:00. Dopo il crollo della Torre Nord (10:28), la zona illuminata si assottiglia sempre più fino a scomparire.

Un altro elemento che permette di definire l’orario della fotografia controversa è la parziale illuminazione del Wtc5. Osservando attentamente la foto, infatti, si nota che una stretta banda verticale della facciata rivolta verso l’osservatore è illuminata, mentre il resto è in ombra. Questa configurazione di ombre si verifica soltanto fra le 9:40 (quando il sole inizia a illuminare la zona) e le 10:20 (quando la banda diventa visibilmente troppo larga).

Pertanto si può concludere che l’unico periodo nel quale si ottengono le ombre mostrate nella fotografia è prima del crollo della Torre Nord.

Stando a quanto affermato da Paolo Attivissimo quindi, questa foto è stata scattata in un intervallo di tempo che va dalle ore 09:58, momento in cui la Torre Sud crolla su se stessa, alle ore 10:20, prima che la banda diventi visibilmente troppo larga.

In 22 minuti, ciò che rimane della Torre Sud è un cumulo di polvere.

La teoria dell’utilizzo di thermate, thermite e nano thermite, alla base delle tesi proposte dal “9/11 Truth Movement”, giustifica la caduta libera delle Torri ma non la polverizzazione delle strutture.
Polverizzazione dimostrata anche dal più noto debunker italiano.

Nico ForconiControInformo

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.