11 Settembre 2001 – I filmati “amatoriali”…

Chi sono coloro che, trovandosi a Manhattan la mattina dell’11 Settembre 2001, hanno girato i “filmati amatoriali” degli attacchi che possiamo trovare in Rete?

Prima di leggere i nomi di coloro che hanno realizzato i “filmati amatoriali” degli accadimenti dell’11 Settembre 2001, soffermandoci sui lavori svolti da questi “improvvisati” filmmaker, è bene ricordare che i primi smartphone in commercio, i “BlackBerry 5810”, risalgono al 2002.
“Spirit” e “Sanyo”, invece, hanno commercializzato il modello “SCP-5300”, con fotocamera, sempre nel 2002.
Il 2002 è anche l’anno del lancio sul mercato del “T-Mobile Sidekick”, uno smartphone che annunciava una nuova “forma”, caratterizzato da un display LCD ampio ed a scorrimento che nascondeva una tastiera “QWERTY”; questa tipologia di design ha reso possibile la diffusione dei messaggi di testo.
Tutte queste tecnologie quindi sono successive agli attacchi dell’11 Settembre 2001.

Amatoriali
Fermo immagine tratto da The Missing Tape II, ripresa amatoriale realizzata il 18 Agosto 2001

Devin Clark: lavora nel campo della computer grafica. Clienti: Comedy Central, MTV, MTC e HBO;

Evan Fairbanks: ha lavorato per KSK Video Studios (soluzioni di programmazione creativa per la tv, interattive e multimediali); fotografo per l’agenzia di fama mondiale Magnum;

Luc Courchesne: esperto di arti visive in 3D; inventore di una sofisticata installazione 3-D che simula “esperienze di vita alternative”, la Panoscope360;

Scott Myers: tecnico video per la ABC; esperto di movimento e progettista di software 3-D. Tra i suoi clienti troviamo aziende come la ABC e la US NAVY;

Clifton Cloud: Manager di Scharff Weisberg Inc., società di produzione video il cui slogan recita: “Se stai cercando di abbagliare orecchie, mente e occhi, abbiamo le più moderne attrezzature e la competenza per farlo al posto tuo”;

Jennifer Spell: produttore televisivo indipendente;

Naka Nathaniel: giornalista multimediale specializzato in “notizie virtuali”;

Gulnara Samoilova: ha lavorato per 9 anni come “ritoccatore di foto” (parole sue) per Associated Press;

Sean Adair: consulente in media digitali ed effetti visivi;

Rob Howard, Kathy Caciedo, Moshe Bursuker, Robert Clark, Thomas Nilsson, Kelly Guenther, David Handschuh, Jedeon e Jules Naudet: fotografi di professione, premi Pulitzer, fotogiornalisti e chi più ne ha, più ne metta.

Tutti “amatori” della materia, non c’è che dire.

Nico ForconiControInformo

 

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.

Comments: 0

Your email address will not be published. Required fields are marked with *