UA175: l’aereo più pazzo del Mondo

UA175 – L’aereo con apertura alare di 47,5 metri che volò a 950 Km/h, a 300 metri da Terra, con vento contrario, compiendo una virata di circa 25 gradi prima di impattare in un edificio in acciaio venendone completamente assorbito

A pochi minuti dagli attentati, inizia a circolare la voce che le immagini TV della diretta, non solo siano in “ritardo di dieci secondi, per avere un margine di sicurezza”, sembra che siano anche raccolte attraverso un’unica regia, “sembra che le immagini originassero dalla Fox e poi venissero girate alla CNN, in modo che tutti ricevessero le stesse immagini” [1].

L’emittente televisiva “Fox News Channel”, appartenente ad una serie di network di proprietà di Rupert Murdoch, magnate che vanta stretti legami con il partito repubblicano e forti interessi nel campo dell’industria militare, è anche la prima TV a dare per vincitore George Walker Bush nelle elezioni del 2000, nonostante diverse inchieste indipendenti, in momenti successivi, abbiano dimostrato che Al Gore ha ottenuto più voti; è altrettanto importante sapere che l’emittente, quella sera, vede in John Ellis Bush, cugino del futuro Presidente degli Stati Uniti, l’uomo che dirige le operazioni di “scrutinio” ed “exit pol” [2], e che “Fox News Channel” è il canale che si aggiudicherà, di li a poco, l’esclusiva sulla guerra in Afghanistan [3], esclusiva rimarcata da Donald Rumsfeld in persona, nella carica di ministro della Difesa degli Stati Uniti d’America.

Prima di osservare il seguente video, è bene ricordare che la seconda legge della dinamica stabilisce che, quando un corpo è sottoposto a una forza, varia la sua velocità e, di conseguenza, varia anche la sua quantità di moto.
La quantità di moto rimane costante nel tempo solamente nel caso in cui un corpo sia sottoposto a forze di risultante nulla, come nel caso della “caduta libera” del Wtc7.

Secondo Webster Griffin Tarpley, “il mito dell’11 Settembre è […] lo strumento per legittimare le tendenze razziste, militariste e fasciste del nostro tempo”; rappresenta i politici come dei burattini nelle mani di un élite di potere che, al momento degli attentati, appare spaccata tra una fazione di neocon estremisti, che gravita attorno a George Shultz e Rupert Murdoch, e una frangia di imperialisti maltusiani. L’investitore multimiliardario Warren Buffet, membro della fazione neocon che fa riferimento a George Shultz e Rupert Murdoch, si presenta, l’11 Settembre 2001, alla base di Offutt, in Nebraska, sede del Comando Strategico Statunitense, con altri “importanti uomini d’affari” per prendere il controllo del Governo degli Stati Uniti qualora Bush e Dick Cheney fossero caduti lungo il percorso, allo stesso modo in cui Yanaev, Pugo, Yazov, Pavlov ed il resto del “comitato dei nove” (“Comitato di Stato per l’Emergenza”“G.K.Ch.P.”) avevano tentato di soppiantare Gorbaciov nel colpo di Stato dell’Agosto del 1991 [4].

Ricercate voi stessi le immagini della diretta Tv di quel giorno, poi ritrasmesse dai network di tutto il Mondo e ricordatevi a chi appartengono:

– CNN (Turner – Warner Channel)
– ABC News (Walt Disney Company)
– CBS (Viacom)
– FOX (News Corp. – Rupert Murdoch)
– NBC (General Electric – Vivendi)

Note e fonti:
[1] “Jim Fetzer: un “no planer” con l’uso della ragione”, intervista di Massimo Mazzucco a Jim Fetzer, www.luogocomune.net
[2] “Fahrenheit 9/11”, film-documentario, USA 2004, di Michael Moore
[3] “Uranio impoverito, arma invisibile di distruzione di massa”, di Laura Malucelli, scritto per “Tutto quello che sai è falso – Manuale dei segreti e delle bugie”, a cura di Russ Kick, Nuovi Mondi Media, 160, 161
[4] “Anatomia di un coup d’état – Come le esercitazioni e le manovre del Pentagono sono divenute i canali chiave per gli attacchi segreti del Governo l’11 Settembre”, di Webster Griffin Terpley, scritto per “ZERO 2 – Le pistole fumanti che dimostrano che la versione ufficiale sull’11/9 è un falso”, a cura di Giulietto Chiesa, Edizioni Piemme, 273-305

Nico ForconiControInformo

Riproduzione consentita purché l'articolo non sia modificato in nessuna parte, indicando Autore e link attivo al sito.